Skip to content

Clausole vessatorie nel contratto di assicurazione

22 settembre 2011

Le clausole vessatorie sono quelle che determinano un significativo squilibrio nei rapporti tra assicuratore e assicurato, penalizzando quest’ultimo. Così, per legge, l’assicurato deve sottoscrivere per accettazione, in calce alla polizza, sia le condizioni “non vessatorie” sia quelle vessatorie, con una doppia firma.
Dal momento che le condizioni contrattuali sono sempre piuttosto ambigue nel loro contenuto, l’assicurato tende a considerarsi quasi sempre vessato, e, in caso di contenzioso, prova ad impugnarle. A questo punto, numerosi assicuratori, a loro volta dubbiosi circa il grado di vessatorieta’ delle loro polizze, che cosa fanno? Fanno apporre la seconda firma dell’assicurato (quella con la quale accetta le condizioni vessatorie) sotto l’elenco di tutte le condizioni contrattuali, generali e particolari. Così non ci si pensa più! L’assicurato dichiara che qualunque clausola, anche la più assurda, gli sta bene.
Ma si può andare avanti così? E con tutte le arie che si danno!
C’è poco da fare, il terzomondismo assicurativo imperversa.

Annunci

From → Assicurazione

2 commenti
  1. Roberto permalink

    E’ inquietante pensare che molti assicuratori siano dubbiosi circa la vessatorietà delle loro stesse polize, ancora di pià il fatto che nessuno tenti neppure di dare alcuna spiegazione. Io farei come si fa quando si stipula un atto dal notaio: lo si legge insieme e poi lo si firma dopo aver dato tutti i chiarimenti necessari a tutela dell’acquirente, che giuridicamente è sempre la parte più esposta al rischio. Semplice no?…..Ciao Filippo!

  2. Filippo Bonazzi permalink

    Vedi, se una polizza la si dovesse leggere tutta, ci vorrebbe talmente tanto tempo che gli assicuratori ne venderebbero due in un mese. Se poi la dovessero spiegare al cliente, ne venderebbero una (forse).
    Secondo me, cambierà qualcosa quando si modificheranno le norme di legge che disciplinano il contratto di assicurazione, attualizzandole. Tieni presente che le norme fondamentali risalgono al 1942.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: