Skip to content

(In)adeguatezza dell’offerta assicurativa e (in)adeguatezza dell’intermediario

5 marzo 2011

Da qualche anno a questa parte, gli intermediari assicurativi devono garantire che l’offerta di polizze effettuata al cliente è adeguata alle caratteristiche del rischio da assicurare. Ciò in base a quanto previsto dall’art. 120/3 del Codice delle assicurazioni che recita: “In ogni caso, prima della conclusione del contratto, l’intermediario assicurativo di cui al comma 1, anche in base alle informazioni fornite dal contraente, propone o consiglia un prodotto adeguato alle sue esigenze, previamente illustrando le caratteristiche essenziali del contratto e le prestazioni alle quali è obbligata l’impresa di assicurazione”.

Questa norma preoccupa parecchio gli intermediari perchè li obbliga a vendere coperture coerenti con le esigenze di tutela dell’assicurato e li responsabilizza in tal senso. Infatti, sono consapevoli del fatto che le polizze sono generalmente farcite di garanzie inutili sotto il profilo della effettiva tutela del patrimonio e, invece, prive del tutto di coperture idonee per i rischi che possono produrre un effetto devastante sull’equilibrio finanziario aziendale o familiare. E sanno pure che, in base alla recente normativa citata, possono essere chiamati a rispondere civilmente verso il cliente in caso di sinistro non liquidato, in  tutto o in parte, per inadeguatezza dell’assicurazione.

Allora, molti di loro che cosa fanno? Contestualmente alla consegna della polizza, fanno sottoscrivere al cliente un (sintetico) documento attraverso il quale questi dichiara che non intende fornire all’intermediario le informazioni necessarie per formulare un’offerta adeguata! Così, questi “professionisti” dell’assicurazione sperano di tutelarsi in caso di contenzioso con il cliente in merito all’efficacia della copertura. Ovviamente, il cliente non legge quasi mai ciò che firma perchè “si fida” dell’amico/parente/conoscente intermediario, e il gioco è fatto!   

Premesso che (per fortuna) non si può dare per scontato che, in caso di controversia giudiziale, il giudice attribuisca valore ad un documento “pagliacciata” come questo, non rimane che complimentarsi con numerosi intermediari per “la serietà professionale” dimostrata!

Annunci

From → Assicurazione

7 commenti
  1. Giuseppe Rancati permalink

    Non mi è dato capire perchè, il commercialista, l’avvocato, il consulente del lavoro, l’azienda informatica, l’agente di commercio che rivende tacchino in salamoia, l’immobiliarista, l’insegnante, il tappezziere, …, non hanno l’obbligo di richiedere informazioni volte a fornire una proposta c.d. “adeguata”, mentre l’intermediario assicurativo sì.

    Siamo sicuri poi, che questa disciplina vada nella direzione di tutelare il contraente?

    Parrebbe di no, se è vero – come è vero – che le dichiarazioni di “adeguatezza” sembrano talvolta precostituite, mentre la loro rilevanza – sul piano giuridico – non appare non tanto legata al loro contenuto, quanto al non dimenticarsi di acquisirle.

    E’ la manifestazione (da anni dilagante) di un diritto formalistico, estraneo alla nostra tradizione giuridica, lontano dallo Ius singulare e dalla giustizia del caso concreto.

    Ritengo che anche su questo si debba aprire una riflessione, ad evitare che uno strumento posto a salvaguardia del consumatore (disciplina formalistica), si trasformi in quello che – in troppi ambiti, è divenuto un veicolo per moltiplicare le vendite

    Giuseppe Rancati

  2. Filippo Bonazzi permalink

    In effetti, si ha l’impressione che adempimenti meramente formali servano a poco sul piano della tutela dell’assicurato. Soprattutto, poi, se e’ così facile contraddire lo spirito della legge facendo sottoscrivere al cliente dichiarazioni “autopunitive”.
    Insomma, o l’intermediario assicurativo e’ un professionista e deve assumersi le relative responsabilità di natura contrattuale senza eccezioni, o non lo e’ e in questo caso non risponde dei suoi errori o ne risponde in misura minore.

  3. Francesco Scroffa permalink

    Non solo, caro Filippo. Il caso 2 prevede: (testo isvap)
    CASO 2 – Il Cliente decide di voler sottoscrivere il contratto anche se lo stesso ,in base alle risposte date al Questionario , non
    risulta essere adeguato.
    Il sottoscritto addetto all’attivita’ di intermediazione dichiara di aver informato il Cliente dei principali motivi,di seguito riportati, per i quali,sulla base delle
    informazioni disponibili la proposta assicurativa non risulta o potrebbe non risultare adeguata alle sue esigenze assicurative.
    Il sottoscritto cliente dichiara di voler comunque stipulare il relativo contratto.
    Principali motivi di ineguatezza:_______________________________________________________________________________________________
    Luogo

  4. Bruno permalink

    Il problema è l’ISVAP. Dal momento che in Italia vige la regola del …. “fatta la legge, trovato l’inganno” (Italia paradiso dei furbetti del quartierino ,oggi più che mai) il problema è il controllo da parte di chi deve controllare. Per la verità ho sentito dire che, se l’Isvap, nelle sue ispezioni (ispezioni?), trova troppi (quanti?) “l’assicurato si rifiuta di rispondere” potrebbe sanzionare l’intermediario. Ma tu hai mai saputo di intermediari sanzionati per questi motivi?
    E’ come per la formazione: obbligatoria , ma fatta alla “come ti pare”. Va bene tutto: i CD rom, la formazione falsamente interattiva, ma “gratta, gratta”, alla fine, tutto diventa un gran “firmificio”: Quanti intermediari fanno REALMENTE la formazione? Quante ispezioni e sanzioni sono state fatte?
    Sarebbe meglio non fare le (infinite) regole se poi nessuno le fa rispettare.

  5. Auctionair Coupon Code permalink

    Hey there this is somewhat of off topic but I was wanting
    to know if blogs use WYSIWYG editors or if
    you have to manually code with HTML. I’m starting a blog soon but have no coding skills so I wanted to get advice from someone with experience. Any help would be greatly appreciated!

  6. Quality posts is the secret to invite the viewers
    to pay a quick visit the web page, that’s what this website is providing.

  7. Greetings! I know this is kinda off topic however , I’d figured I’d ask.
    Would you be interested in trading links or maybe guest
    writing a blog post or vice-versa? My site addresses a lot
    of the same subjects as yours and I feel we could greatly benefit from each other.

    If you might be interested feel free to shoot me an e-mail.

    I look forward to hearing from you! Excellent blog
    by the way!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: